L’ultima danza


Dopo tanti giorni passati in un momento,
sono evaso verso Piacenza,
un appartamento di bagagli e vita da liberare,
una macchina ormai colma di sentimenti pronta a tornare a casa,
mi siedo un attimo nel vecchio silenzio,
strappo l’ultima Breezer rimasta a decantare,
assaporo i profumi spariti nella quarantena,
dolce il primo sorso,
penso a quanto sia bello il mio lavoro,
agli stimoli, all’ebbrezza, alla bellezza,
alle emozioni nel girare l’Italia,
amaro il secondo,
penso a quanto sia crudele in certi aspetti,
al dover costruire, ogni volta, tutto da capo,
agli amici lasciati, ai rimpianti, sempre presenti,
appoggio la bottiglia, mi sento fortunato,
non so spiegare a parole quanto sia speciale,
vivere di gioie e dolori,
pensare a ciò che è stato,
immaginare come sarà,
sto per appoggiare anche la penna,
per l’ultima volta,
l’ultimo odore, l’ultimo respiro,
un battito incostante di cuore mi accompagna,
è ora di sistemare la sedia, si riparte.
#LittlesNation

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...